Il Parlamento interviene ancora sui delitti contro la P.A.

Una storia quantomai tormentata quella dei delitti contro la Pubblica Amministrazione.

Il Parlamento è infatti nuovamente intervenuto sui reati dei pubblici amministratori con una serie di interventi volti, da un canto, all’inasprimento delle sanzioni detentive e, dall’altro, ad imporre all’amministratore infedele una effettiva riparazione patrimoniale.

Di particolare efficacia si preannuncia, a parere di chi scrive, l’aver subordinato la sospensione condizionale della pena al previo adempimento delle obbligazioni restitutorie e riparatorie del danno cagionato dal reato.

Per una disamina di tutte le novità si consiglia di leggere qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.