L’omicidio stradale tra sciatteria legislativa e rigore sanzionatorio.

Le linee guida della Procura di Trento sulla nuova, controversa materia dell’omicidio stradale che, sin dalla sua approvazione, sta destando vive polemiche tra gli operatori del diritto.

Il nostro legislatore, infatti, ci ha abituati a legiferare sulla base di pulsioni emotive e populiste, dimenticando spesso il coordinamento intrinseco ed estrinseco tra le norme: è appena il caso di rilevare come, al di là del fatto che la nuova disciplina si applichi ai soli veicoli a motore, mentre gli altri veicoli continueranno ad applicarsi le pene di cui all’art. 589 cp, si corre il rischio di dover applicare a condotte colpose delle sanzioni più gravi di un omicidio doloso.

È opinione diffusa che la disciplina appena approvata approderà presto alla Consulta, non prima di aver creato, c’è da giurarci, numerosi casi di grosse ingiustizie sostanziali.

Linee guida della Procura di Trento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.